Sottocosto - Sigaretta elettronica in offerta Cerchi un'offerta? Visita la pagina Sottocosto
Cerca gusti dei liquidi Che gusti vuoi svapare oggi? Prova il TROVAROMI

Sigaretta Elettronica - LINEE GUIDA per un corretto utilizzo

Pubblicato il: 9 settembre 2021 | Aggiornato il: 9 settembre 2021 | di: Vaporoso
Sigaretta elettronica linee guida

Sigaretta Elettronica - LINEE GUIDA per un corretto utilizzo

 

Indice video: Utilizzo dei dispositivi | Utilizzo delle batterie | Manutenzione atomizzatori e pod | Utilizzo delle testine | Trasporto dei dispositivi | Come utilizzare i liquidi | Dove svapare |

 

Indice dei contenuti:

 

  1. Utilizzo dei dispositivi


    Le sigarette elettroniche, essendo dispositivi composti da componenti elettronici e liquido, devono essere trattati con le dovute accortezze.

    1. Leggere il manuale
      In primo luogo, ogni volta che si acquista un nuovo dispositivo, è buona norma leggere il libretto di istruzioni. Questo non solo per avere un quadro di tutte le funzioni che la vostra nuova sigaretta elettronica vi offre, ma anche per sapere se bisogna porre particolare attenzione a determinati aspetti, spesso legati alla sicurezza.

    2. Conservazione
      Come dicevamo, una sigaretta elettronica contiene una parte composta dalla batteria ed una che contiene del liquido, va quindi posta attenzione a come si conserva nei periodi di inutilizzo.

      Non conservate il dispositivo in luoghi molto umidi e non lasciatela distesa o assemblata.
      Se il dispositivo ve lo permette e se dovete lasciare la sigaretta elettronica ferma per molto tempo, estraete la batteria e conservatela separatamente, altrimenti, se la batteria è integrata, caricatela al 100%. Conservate l'atomizzatore possibilmente pulito e vuoto, oppure se si va di fretta, capovolto su un fazzoletto.

    3. Manutenzione giornaliera
      La cura del dispositivo farà si che questo vi duri più a lungo.
      Tenete pulite le varie parti che lo compongono, soprattutto in considerazione del fatto che potrebbe entrare a contatto con del liquido e quindi lasciare depositi viscosi.

      Se il vostro dispositivo prevede pod, probabilmente di tanto in tanto si creerà della condensa in prossimità dei contatti tra il dispositivo e la pod. Non è nulla di cui preoccuparsi, ma è bene asciugare tale condensa periodicamente.

    4. Smaltimento
      Le sigarette elettroniche sono dispositivi RAEE, quindi vanno gestiti e smaltiti come tali. A fine vita non buttateli normalmente nella spazzatura, ma smaltiteli in maniera corretta.
      Se non sapete come fare, contattate il vostro comune per sapere dove si trova e come si accede al proprio centro di raccolta.

  2. Utilizzo delle pile


    Le pila sono un elemento fondamentale per la sigaretta elettronica, e vanno trattate con le dovute cautele.

    1. Evitare la ricarica da dispositivo
      Tranne in casi in cui sia strettamente necessario e per i dispositivi che prevedono una batteria sostituibile, è consigliabile utilizzare sempre un caricatore esterno per la carica delle pile.
      È sconsigliato caricare la batteria della sigaretta elettronica durante l'utilizzo. Questo potrebbe causare danni alla porta di ricarica, stress della pila e del circuito di ricarica.

    1. Verso di inserimento
      Le batterie hanno un polo positivo e un polo negativo.
      Se non trovate indicata la polarità, considerate che il polo negativo corrisponde al lato "piatto" in tutte le batterie da 3,6-3,7v, in caso di dubbi contattate l’assistenza di Vaporoso.it. Nell’inserimento della pila nella box, bisogna porre attenzione al verso.
      Nella maggior parte dei casi, troverete l’indicazione del verso con un simbolo + e un simbolo - posto in corrispondenza del verso corretto.
      In caso di dubbi, consultate il manuale di istruzioni.

    2. Trasporto
      È consigliabile trasportare pile sfuse solo ed esclusivamente dentro un'apposita custodia.
      Non portarle a contatto con oggetti metallici o che possano condurre elettricità, come chiavi o monete, poiché potrebbero generare un cortocircuito.

    3. Ricarica
      Si consiglia di ricaricare la sigaretta elettronica con adattatori a muro di qualità e possibilmente di evitare la ricarica durante la notte.

    4. Cura delle pile
      Le pile vanno utilizzate con grande attenzione poiché, se maltrattate o usate in maniera incauta, potrebbero essere pericolose.

      Non utilizzate pile ammaccate o con guaina danneggiata. In caso di guaina danneggiata è possibile sostituirla in maniera molto semplice. Trovate qui nelle schede un breve video che illustra come fare.

    5. Conservazione
      Le batterie vanno sempre conservate in un luogo asciutto, possibilmente in una custodia protettiva e necessariamente lontano dalla portata dei bambini.

    6. Smaltimento
      Le batterie non vanno mai buttate tra i normali rifiuti, ma vanno smaltite nei punti di raccolta presenti in ogni comune. Se non sapete dove sono presenti potrete contattare l’ufficio competente per il vostro comune.

  3. Manutenzione atomizzatori e pod


    Per fare in modo che gli atomizzatori e le pod durino più a lungo e diano il massimo in termini di prestazioni e resa del liquido, bisogna utilizzarli e mantenerli con cura.

    1. Conservazione
      Gli atomizzatori e le pod andrebbero riposti sottosopra su un pezzo di carta poiché potrebbe colare un pò di condensa, ma se è possibile, smontateli e lavateli prima di conservarli.

    2. Manutenzione
      Quando possibile, lavate l'atomizzatore o la pod con acqua calda e pulite giornalmente l'area intorno al connettore 510 o di innesto della pod.
      Quando la condensa alla base inizia ad aumentare significativamente o il sapore peggiora, sostituite la testina.

      Se il dispositivo non viene utilizzato per diverso tempo, ma la testina rimane a contatto con il liquido, sostituitela ugualmente a cadenza mensile.

    3. Smaltimento
      Gli atomizzatori e le pod sono composti da diversi materiali e, come per il resto della sigaretta elettronica, va trattato come rifiuto RAEE e di conseguenza va smaltito negli appositi punti di raccolta.

  4. Utilizzo delle testine


    Ogni dispositivo, a meno che non utilizzi pod con resistenza integrata o sia un sistema rigenerabile, ha delle testine compatibili. Non è detto che dispositivi della stessa marca montino le stesse coil, quindi bisogna porre attenzione.

    1. Sostituzione
      Sostituire una testina è abbastanza semplice, basterà estrarre quella usata e inserire la testina nuova. Attenzione però al verso. Di norma le testine vanno introdotte dal lato del foro dal quale uscirà il vapore, lasciando all’esterno il lato con i contatti.
      Molto spesso le coil vanno inserite a pressione, bisogna però fare attenzione ad un eventuale sistema di blocco, oppure alla presenza di un supporto dove montarle prima di inserirle.

    2. Indicazioni
      Nella maggior parte dei casi, sulla coil sono impressi alcuni valori. Questi riguardano il valore degli ohm ai quali la resistenza corrisponde, e il range di wattaggio da impostare per una resa ottimale e per evitare il danneggiamento del cotone nella testina, che avviene quando vengono utilizzate a potenze che superano le specifiche riportate.

    3. Smaltimento
      Anche per le testine, come per il resto dei componenti di una sigaretta elettronica, lo smaltimento è demandato alle regole per i rifiuti RAEE, quindi vanno smaltite in punti di raccolta.

  5. Trasporto dei dispositivi


    Le sigarette elettroniche sono dispositivi vocati alla maneggiabilità e trasportabilità. Questo porta con sé la necessità di dover porre attenzione a determinati aspetti.

    1. Blocco e sblocco
      Quando si porta un dispositivo in tasca o in borsa, è buona norma spegnerlo o per lo meno bloccarlo, per evitare che questo si attivi involontariamente.

      L’attivazione continua e ripetuta del dispositivo, senza che questo abbia modo di raffreddarsi tirando delle boccate, potrebbe bruciare la testina o addirittura surriscaldarlo al punto di scottare.
      Inoltre questo, quasi sicuramente, causerà una copiosa fuoriuscita di liquido.

    2. Verso
      Qualora si viaggi in aereo, svuotare l'atomizzatore. Se questo non fosse possibile, pulire l'interno del camino e del drip tip accuratamente, e tenere l'atomizzatore sottosopra per la durata del volo.

    3. Trasporto delle batterie
      Per fare in modo che le batterie non si danneggino o non vadano in cortocircuito a causa del contatto con altri oggetti metallici, è buona norma trasportarle in appositi contenitori di plastica, o in assenza di questi, in scomparti adibiti esclusivamente a queste.

  6. Come utilizzare i liquidi


    Una componente essenziale per l'utilizzo di una sigaretta elettronica è il liquido.
    Ne esistono di diversi tipi e composizioni e bisogna sapere come prepararli, utilizzarli e conservarli.

    1. Utilizzo di liquidi pronti
      I liquidi pronti sono i più semplici da utilizzare in quanto non c’è bisogno di fare nulla per far si che possano essere svapati, basterà semplicemente versarli nell’atomizzatore o nella pod.

      Se la pod o, la testina, è nuova, è bene attendere almeno 5 minuti per far si che il cotone si impregni per bene prima di iniziare a svapare.

    2. Preparazione e utilizzo di liquidi fai da te
      Un liquido è composto da
      1. Glicole propilenico
      2. Glicerina vegetale
      3. Aroma (eventualmente)
      4. Nicotina (eventualmente)


      La base neutra può essere già pronta, oppure scomposta in Glicerolo e Glicole (I due ingredienti principali).

      E' possibile realizzare basi neutre con diverse gradazioni di nicotina e composizioni, in base alla proporzione di VG e PG e alla concentrazione nicotinica presente nei booster (o "basette") da 10 ml che si sceglie di aggiungere. Alcuni utilizzatori apprezzano una piccola percentuale di acqua bidepurata (in genere 5-10%) nelle loro  miscelazioni.


      Durante la preparazione bisogna considerare le giuste proporzioni per ricavarne un buon liquido adatto al dispositivo utilizzato. Per sapere nel dettaglio come miscelare un liquido fai da te vi rimando al video dedicato qui nelle schede.

    3. Maturazione dei liquidi fai da te
      Un liquido, una volta miscelato potrà essere utilizzato sin da subito. Qualora vogliate, è possibile lasciarlo maturare per un periodo di tempo variabile. Questo permetterà agli elementi di legarsi maggiormente e modificherà le proprietà organolettiche, conferendo un sapore più corposo.

    4. Conservazione
      Per far si che un liquido mantenga le sue proprietà nel tempo, si consiglia di conservarlo in un luogo fresco e buio. Ricordiamo che la nicotina è fotosensibile, quindi se un liquido contenente nicotina rimane esposto a fonti di luce può alterare il suo colore originario.


      Tutti i liquidi in vostro possesso inoltre, andranno conservati in un luogo lontano dalla portata dei bambini.

    5. Smaltimento
      I liquidi per sigaretta elettronica vanno utilizzati entro la loro scadenza riportata sul flacone. Una volta scaduti, per un corretto smaltimento, non andranno riversati negli scarichi domestici, ma andranno depositati negli appositi raccoglitori per medicinali, presenti di solito in zone antistanti le farmacie.

  7. Dove svapare


    L’utilizzo della sigaretta elettronica, benchè sia un dispositivo molto meno dannoso della sigaretta tradizionale, non è consentito ovunque.

    1. Dove è consentito
      Precisiamo subito che dove sia presente un cartello “vietato fumare”, questo si riferisce esclusivamente alle sigarette a combustione e non alle sigarette elettroniche.

      Di norma è consentito l’utilizzo anche nei luoghi chiusi come bar, ristoranti e centri commerciali.
      Attenzione però, potrebbero esserci delle restrizioni decise dal titolare del locale, il quale potrebbe vietarne l’utilizzo.

      Sui mezzi di trasporto è quasi sempre vietato, mentre in aeroporti e stazioni ferroviarie è possibile svapare nelle apposite aree dedicate.

      Negli ospedali, centri per l’impiego, carceri, scuole e luoghi istituzionali in generale, è sempre vietato svapare. Per le scuole, in particolare, il divieto si estende anche alle aree adiacenti come cortili, giardini e cancelli. Leggi l’articolo completo sul nostro blog.

    2. Svapare in macchina
      Benchè non ci sia una legge specifica che impedisca di svapare in macchina, è bene porre molta attenzione durante la guida.
      Il vapore prodotto dalla sigaretta elettronica potrebbe impedire una corretta visione della strada, quindi è importante agire con la massima prudenza. Sconsigliamo appoggiare la sigaretta elettronica sui sedili durante il trasporto, per evitare macchie indesiderate in caso di perdite inaspettate.

    3. Rispetto per le persone intorno a noi
      L’utilizzo della sigaretta elettronica è spesso consentito in ambienti dove al contrario non è consentito fumare. Nonostante ciò è comunque sempre doveroso fare attenzione alle persone che ci circondano, sia per una questione di rispetto nei confronti di chi non utilizza neanche la sigaretta elettronica, ma soprattutto in caso di presenza di minori e donne incinte.

Vi ricordiamo che questi dispositivi sono rivolti a fumatori ADULTI che vogliono eliminare il fumo a combustione.
Se NON fumi o NON svapi, NON INIZIARE!

 
Il tuo feedback ci aiuta a migliorare i nostri servizi, è semplice e veloce (basta un click)

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Condividi
facebook whatsapp
Commenti
Questa sezione è dedicata esclusivamente ai commenti inerenti l'articolo del blog. Se hai bisogno di informazioni su prodotti e spedizioni, ti invitiamo a contattare l'assistenza clienti.

Dì la tua, lascia un commento!

Effettua il login per commentare.

Non hai un account?

Registrati ora .

Account in attesa di verifica
Ciao, sono Vapy!
Hai bisogno di aiuto? 👇
Assistente virtuale di Vaporoso