Sigaretta elettronica fa tossire, rimedi

  Tempo di lettura stimato: 5 min. circa

Durante questi anni di attività nel settore dello svapo, tramite la nostra assistenza tecnica abbiamo aiutato migliaia di clienti in svariati ambiti: orientamento all'acquisto, assistenza sui prodotti, informazioni sulle condizioni di vendita e tanto altro. Ci è capitato spesso di rispondere anche a domande sul corretto utilizzo dei dispositivi e su come approcciarsi allo svapo.

Ma una domanda a cui spesso ci capita di risponedere è: perchè la sigaretta elettronica mi fa tossire? La risposta a questo quesito è molto articolata e, di solito, dobbiamo richiedere altri "indizi" ai nostri clienti per fornire la giusta soluzione.

Abbiamo scritto questo articolo per fare una panoramica sull'argomento e fornire uno strumento a tutti quelli che si avvicinano alla sigaretta elettronica per abbandonare le sigarette tradizionali.

Perchè la sigaretta elettronica fa tossire?

Tossire è un meccanismo di "difesa" del nostro organismo, sicché quando inaliamo una sostanza estranea la prima reazione del nostro corpo è quella di espellerla tossendo. In effetti, se ci pensiamo bene, anche quando abbiamo fumato la nostra prima sigaretta la prima reazione immediata è stata quella di tossire, così come può accadere anche quando inaliamo un medicinale. La prima analisi che possiamo fare, nel caso in cui fosse la prima volta che svapiamo, è che la tosse potrebbe essere un effetto temporaneo.

Perseverare potrebbe essere la strada giusta per trarre vantaggi dall'utilizzo della ecig. Diamo al nostro corpo il tempo di abituarsi! Nella maggior parte dei casi i neo svapatori si abituano già dalle prime boccate, ad altri è necessario un po'di tempo in più ma generalmente il passaggio alla sigaretta elettronica è semplice. Se invece la tosse persiste dobbiamo cercare le cause altrove.

Le cause più comuni di tosse da svapo

  1. La nicotina
    La sigaretta elettronica è un dispositivo inventato per somministrare la nicotina ai fumatori che vogliono abbandonare le sigarette a combustione. La nicotina è il fulcro della nostra strategia della cessazione del vizio. La scelta del livello di nicotina è un passaggio molto importante. A volte, specialmente alla prima esperienza, scegliere una concentrazione troppo elevata di nicotina potrebbe essere la causa scatenante della tosse. Infatti la nicotina fornisce il colpo in gola (Hit) e, se la concentrazione è troppo alta, la nostra risposta fisiologica potrebbe essere quella di tossire. In questo caso è probabile che sia necessario un po' di tempo per abituarci.

    Possibili rimedi: Abbassare il livello di nicotina. Una buona pratica potrebbe essere quella di acquistare il liquido selezionato con due differenti livelli di nicotina. Nel caso in cui la nicotina più alta provochi tosse, si puo provare con quella più bassa! I liquidi con lo stesso aroma, ma con nicotina differente, possono essere miscelati insieme ed ottenere un liquido con una concentrazione di nicotina più bassa.

    Esempio:
    miscelando un flacone da 10ml di Vaporart Malby da 8mg con un Vaporart Malby da 14mg otteniamo 20ml di liquido a 11mg.
    In questo caso la formula è molto semplice (a patto che i liquidi da miscelare siano di pari quantità) : 8+14/2 = 11.

    Leggi anche cos'è la nicotina, cosa sono i liquidi ai sali di nicotina.
     
  2. Tipo di tiro
    Altra variabile da prendere in considerazione è il tipo di tiro o tecnica di svapo. Esistono due modi di inalare il vapore della sigaretta elettronica: il tiro di guancia (MTL) e il tiro di polmone (DL).
    Il tiro di guancia è più simile a quello della sigaretta: il vapore viene prima aspirato in bocca e poi inalato verso i polmoni.
    Nel tiro polmonare invece, il vapore viene aspirato direttamente nei polmoni. Questa tecnica di solito provoca tosse a chi non è abituato ad un tipo di inalazione di questo genere.

    Possibili rimedi: Il nostro consiglio è quello di utilizzare dispositivi con tiro di guancia. Per i neofiti è l'approccio più indicato perchè si è già abituati a questo tipo di tiro e il colpo in gola è minore.
    Leggi anche come funziona un atomizzatore.
     
  3. Il rapporto VG/PG
    Altro aspetto da tener presente è il rapporto VG/PG del liquido. Tutti i liquidi sono composti da VG (Glicerolo Vegetale) e PG (Glicole Propilenico), ed è proprio il PG che potrebbe essere causa di irritazioni. Il glicole propilenico serve a veicolare l'aroma e la nicotina, i liquidi con una componente maggiore di PG (es 30VG/70PG) si usano su dispositivi entry level con testine piccole, proprio per la capacità di accentuare il colpo in gola e l'aroma. Un liquido ad alta concentrazione di PG utilizzato su un dispositivo potente potrebbe, infatti, causare colpi di tosse.

    Possibili rimedi: Cambiare tipo di liquido e orientarsi su una concentrazione di PG minore (es 60/40) o neutra (es 50/50).
    Leggi anche come è composto un liquido per sigaretta elettronica.

  4. Impostazioni del dispositivo
    Nel caso in cui si possegga una sigaretta elettronica regolabile (VW, VV o TC), il dispositivo potrebbe essere impostato con una potenza troppo elevata. In questo caso la vaporizzazione potrebbe avvenire ad alte temperature e bruciare la testina, sprigionando un vapore acre e fastidioso.
    Un'altra causa potrebbe essere quella di possedere un dispositivo per tiro polmonare (DL) e utilizzarlo con un con un liquido ad alta concentrazione di nicotina (es 9, 12, 18mg). Su dispositivi DL la nicotina consigliata va dai 2mg ai 6mg, quindi vaporizzare un liquido con una gradazione di nicotina superiore potrebbe causare colpi di tosse.

    Possibili rimedi: Provare ad abbassare la potenza di erogazione del dispositivo. Verificare che la testina non sia bruciata ed eventualmente cambiarla. Verificare che il dispositivo sia giusto per il tipo di liquido.
    Leggi anche come scegliere la giusta quantità di nicotina.
     

Conclusione

Quando si decide di passare alla sigaretta elettronica bisogna essere coscienti che la riuscita di una "exit strategy" dal mondo del fumo è in gran parte imputabile ad una forte convinzione e alla propria forza di volontà. Bisogna stare attenti a non trasformare qualche colpo di tosse iniziale in un deterrente per abbandonare subito questo nuovo percorso.

I benefici che potrebbe portare lo svapo sul lungo periodo è pari solo alla propria voglia di smettere. Il nostro consiglio, in caso di un diffcile inizio, è di perseverare e cercare di capire dove intervenire, contattando anche il nostro servizio assistenza per avere maggiori consigli in merito.

Buono svapo!

Vi ricordiamo che questi dispositivi sono rivolti a fumatori ADULTI che vogliono eliminare il fumo a combustione.
Se NON fumi o NON svapi NON INIZIARE!

 
Il tuo feedback ci aiuta a migliorare i nostri servizi, è semplice e veloce (basta un click)

 

Altri articoli sulla sigaretta elettronica: