Dove si puo svapare la sigaretta elettronica

  Tempo di lettura stimato: 2 min. circa

Quando la sigaretta elettronica cominciò a diffondersi, si pensò da subito che potesse essere utilizzata liberamente in qualsiasi luogo, poiché non considerata dannosa come la sigaretta classica. Ma col tempo è stato necessario regolamentare il suo utilizzo all'interno dei luoghi pubblici a tutela di tutti coloro che non ne fanno uso.

Cominciamo col dire che il classico cartello che impone il divieto di fumo nei luoghi al chiuso, si riferisce esclusivamente ai prodotti contenenti tabacco da combustione. Questo vuol dire che tale divieto non è applicabile anche alla sigaretta elettronica, poiché si tratta di un prodotto completamente diverso.

Per questo motivo, specialmente nei locali pubblici come bar, ristoranti e centri commerciali, sarà a discrezione dei proprietari concedere l'utilizzo o meno della sigaretta elettronica all'interno di tali luoghi.

Discorso diverso per quanto riguarda invece i luoghi pubblici come scuole, centri per l'impiego, ospedali, centri di detenzione ed altri luoghi istituzionali, in cui vige il divieto di svapo. Nello specifico, per quanto riguarda le istituzioni scolastiche, l'utilizzo della sigaretta elettronica è vietata anche nelle zone adiacenti i suddetti edifici, come giardini, cortili e cancelli.

Come si può evincere dall'ordinanza ministeriale pubblicata sulla gazzetta ufficiale del 4 ottobre 2014, oltre al divieto di vendita delle sigarette elettroniche ai minori, infatti, il provvedimento pone espressamente il divieto di utilizzo dei suddetti dispositivi all'interno delle istituzioni scolastiche statali e paritarie e dei centri di formazione professionale.

Per quanto riguarda lo svapo sui mezzi di trasporto, le normative sono più restrittive. All'interno degli aeroporti è consentito svapare, nelle apposite aree per fumatori o svapatori, ma è assolutamente vietato farlo sugli aeromobili (se siete interessati ad approfondire l'argomento sulla sigaretta elettronica e i viaggi in aereo, consultate l'articolo specifico del nostro blog).

Sui treni e sulle navi vige il divieto d'utilizzo della sigaretta elettronica. Trenitalia, ad esempio, informa i viaggiatori possessori di sigarette elettroniche in partenza,  di usufruire delle apposite aree fumatori per poter svapare.

Sugli autobus a lunga percorrenza, non vi sono normative specifiche in merito, è consigliabile quindi chiedere informazioni direttamente al personale di servizio.

In sostanza, la legge non vieta l'utilizzo della sigaretta elettronica all'interno dei locali pubblici, fatta eccezione per gli ambienti più istituzionali, ma i gestori dei suddetti possono avvalersi della possibilità di elargire indicazioni diverse circa la possibilità di svapare o meno all'interno degli ambienti di loro proprietà.

È buona norma, quindi, chiedere sempre prima di mettere in funzione il proprio dispositivo se non si è sicuri di poterlo fare, onde incappare in spiacevoli sorprese. Consigliamo, inoltre, di farvi guidare sempre dal buonsenso ed evitare di usare le sigarette elettroniche in presenza di minori e donne in stato di gravidanza o allattamento.

Buono svapo!

Vi ricordiamo che questi dispositivi sono rivolti a fumatori ADULTI che vogliono eliminare il fumo a combustione.
Se NON fumi o NON svapi, NON INIZIARE!

 
Il tuo feedback ci aiuta a migliorare i nostri servizi, è semplice e veloce (basta un click)

 

Altri articoli che potrebbero interessarti: